WhatsApp +39 3804793455

Come scegliere il proprio materasso e accompagnare il proprio riposo notturno senza problemi, oltre che assicurarsi un buon investimento sia dal punto di vista della salute, sia da quello economico.

Scelta materasso per camera o cameretta

Quando si acquista la camera da letto matrimoniale o la cameretta per bambini, spesso ci si sofferma sugli arredi, sul design e sulle finiture. Del resto, Pari Cucine è rivenditore ufficiale di marche prestigiose come Novamobili, Zanette, Napol, Archimede, Santa Lucia, Piccinato, San Giacomo, Orme e Voltan. Tutte ditte con una lunga esperienza riguardo la progettazione e la realizzazione di camere da letto singole o matrimoniali su misura. Ma spesso, i clienti si soffermano più sull’estetica invece che approfondire la questione pratica. Dormire su un cattivo materasso non rovina solo la giornata, bensì innesca dei meccanismi biologici che possono provocare ingenti danni all’organismo. Per prima cosa, non si riposa correttamente e ci si sveglia la mattina molto stanchi, poi ne risente la pelle, la quale appare spenta a causa dell’innalzamento dei livelli di cortisolo, l’ormone dello stress. Ovviamente, se ci sono sintomi quali naso sempre tappato, altri problemi respiratori, dermatiti o altre anomalie della pelle, è il segnale che il materasso è diventato vecchio e pieno di acari o altri ospiti indesiderati. Sono questi parassiti a provocare le allergie.

Visto che ci si prepara a comprare la camera nuova, perché non capire come scegliere e acquistare il materasso giusto per le proprie esigenze?

Suggerimenti per scelta letto e materasso

La prima cosa da fare per la scelta del materasso giusto è quella di valutare attentamente le specifiche del prodotto. Ogni materasso ha diverse caratteristiche che incidono molto sullo stato di salute della persona che lo userà e anche sul costo finale.

Il prezzo finale è altresì un altro elemento da tenere presente. Su di esso incidono moltissimo i materiali impiegati per il rivestimento e per l’imbottitura. L’etichetta aiuta tantissimo, ma sarebbe consigliabile informarsi riguardo alla tipologia e alla provenienza dei materiali utilizzati, anche se si tratta di una marca eccellente. In questo modo si può capire in maniera approfondita tutta la composizione e si possono evitare episodi allergici anche spiacevoli.

Oltre ad approfondire i materiali che compongono il materasso, bisogna avere un occhio di riguardo per la fodera. Esso è l’elemento che è più vicino al corpo e diventa un pericolo per chi soffre di allergie. Spesso infatti il materiale è sintetico, come il poliestere. Esso causa sudorazione nelle ore notturne e il prolificare di irritazioni. Meglio assicurarsi che sia di tessuto naturale e traspirante.

Le misure del letto sono fondamentali: la conformazione fa orientare la scelta del materasso giusto. Ad esempio, se lo spazio in camera è piccolo e si vuole optare per un letto contenitore al posto del tradizionale armadio, gli scomparti situati sotto il materasso possono permettere di far riporre coperte e vestiti, ma ostacolano la circolazione dell’aria e favoriscono la formazione di muffe. Il problema si presenta maggiormente nei materassi in lattice.

Un ulteriore suggerimento: al  momento dell’acquisto del materasso, meglio chiedere un consiglio sulla rete da abbinare. Nel caso di materassi dallo spessore più sottile, la rete risulta maggiormente sollecitata e dovrebbe essere più rigida. Meglio selezionare una rete dalla rigidità regolabile, in modo da poterla adattare anche alle proprie necessità.

Tipologie e prezzi materassi

Per scegliere il materasso in maniera corretta, bisogna anche saper distinguere le varie tipologie.

In origine essi erano fatti di paglia, fieno o di foglie secche che fungevano da imbottitura a una fodera di cotone o di lana, ma poi sono subentrati i tradizionali materassi a molle. L’interno ha delle molle inserite un sacchetto di tessuto  per evitare la frizione e adattarsi al corpo. Questi materassi garantiscono elasticità e solidità, oltre che una buona aerazione. Chi suda copiosamente o vive in aree in cui il clima è torrido e per chi è in sovrappeso.  Tuttavia, essi sono inadatti per chi ha patologie specifiche alla zona lombare e si consiglia di cambiarli quando le molle sono particolarmente usurate. Il pregio è che sono quelli meno costosi.

I materassi in lattice sono composti da una emulsione naturale ricavata dalla pianta della gomma o un composto sintetico mixato a quello naturale. Scegliendo questa tipologia si offre un sostegno abbastanza rigido pur mantenendo la flessibilità. Si adatta al corpo perché distribuisce uniformemente la pressione anche in caso di movimento durante il sonno.  Per le persone che soffrono di allergie respiratorie e asma, un materasso in lattice è la scelta migliore, ma ha controindicazioni per chi è allergico al lattice. Inoltre, bisogna tenere conto che questi materassi sono molto pesanti, pur avendo un prezzo nella media.

I materassi in memory foam sono composti da un materiale flessibile che distribuisce la pressione durante il riposo notturno, ma di contro non permette la circolazione uniforme dell’aria. Il calore corporeo viene imprigionato e solo aerando molto il letto al mattino impedisce il proliferare di muffe o cattivi odori, visto che l’aria asciuga l’umidità. Oltre al benessere  e al buon riposo, il memory foam tiene caldo in caso di persone freddolose o clima particolarmente rigido. Il materiale poi è molto leggero al confronto con altri, specialmente in caso di trasloco, anche se costa molto di più rispetto agli altri modelli, specialmente se hanno subito trattamenti particolari (es. antiacaro). Da tenere conto, soprattutto nel caso del letto matrimoniale.

 

Share This