Arriva sempre il momento della vita in cui i nostri cari o noi stessi non riusciamo a compiere anche il più semplice movimento e, per aiutare coloro i quali hanno perso agilità e sicurezza nei movimenti, esistono dei complementi d’arredo in grado di aiutare a deambulare più facilmente: noi di Paricucine a Rimini stiamo parlando delle poltrone relax, utili per sedersi e rialzarsi senza fatica. Come scegliere una poltrona per anziani di qualità in base alla tipologia, al tessuto e soprattutto come fare per ottenere le detrazioni e l’IVA agevolata al 4%. 

Poltrona relax, che cos’è e perché comprarla

I ritmi di vita frenetici fanno sentire sempre stanchi e spossati quando arriva il momento della fine della giornata, ma andiamo col pensiero a coloro i quali non possono avere tutto quello che si necessita semplicemente per il fatto di far fatica a sedersi e rialzarsi. Arriva un momento nella vita in cui le gambe non riescono a sopportare il peso di tutto il corpo, specialmente con l’avanzare dell’età aumentano le difficoltà nella deambulazione. Il momento della seduta potrebbe essere un vero e proprio problema. Per motivi come questi, infatti, è fondamentale eseguire la giusta scelta della migliore poltrona per anziani, detta anche poltrona relax.  Con il passare degli anni, per molte persone, diviene quasi necessario disporre di una poltrona comoda e confortevole, una sorta di appoggio che consenta ai muscoli di distendersi e rilassarsi, senza paura di non riuscire più a compiere anche il movimento più semplice. Coloro i quali hanno maggiori difficoltà motorie, come anziani e disabili, possono avvalersi dell’utilizzo di una poltrona pensata appositamente per la propria condizione fisica. Nel momento in cui si affronta l’acquisto di una poltrona di questo genere da noi di Paricucine a Rimini bisogna sapere quali sono le caratteristiche più adatte alla persona in questione. Cipì ed Tecnoespansi sono all’avanguardia per quanto riguarda il confort e anche per le poltrone relax, in quanto il design e le rifiniture le rendono adatte a un living come a uno studio o una camera da letto e tecnologicamente avanzate per rendere la vita delle persone anziane e disabili più facile e piacevole. 

A questo proposito, esistono differenti tipologie di poltrone per anziani reclinabili e per destreggiarsi tra le offerte, diventa importante sapere il tipo di comfort che si sta ricercando anche in base al numero dei motori. Quelle con un solo motore non sarà possibile personalizzare l’inclinazione di pedaliera e schienale, a differenza di una dotata di due o quattro motori. Essi permettono di regolare l’inclinazione degli elementi sopra citati.  

Altro aspetto fondamentale che vale per tutti i divani, le poltrone e gli oggetti in soggiorno prima di acquistare è pensare alla collocazione di questa particolare poltrona. C’è da considerare la larghezza delle porte e questo elemento determinerà se la poltrona reclinabile potrà essere spostata da una stanza all’altra o dovrà semplicemente sostare in un determinato ambiente. Chi compra dal nostro sito Internet deve stare molto attento alle misure in quanto queste poltrone sono molto ingombranti e pesanti rispetto a un divano o una chaise longue normalissima. 

Poltrona per anziani, tessuti e tipologie

Sul mercato e noi stessi di Paricucine a Rimini rivendiamo una miriade di tipologie di poltrone relax con tessuti adibiti a ricoprire questo mobile. Si può passare dal tessuto antibatterico a quello traspirante, passando per pelle ed ecopelle. In questo caso la scelta è affidata completamente al gusto della persona, in quanto i tessuti antibatterici e traspiranti sono particolarmente consigliati per gli anziani che trascorrono lunghe ore seduti sulla poltrona.

Abbiamo già detto che esistono diversi modelli di poltrone adatte alle persone anziane: c’è il modello alza persona che, di solito, si presenta come una poltrona motorizzata. Dotata di un sistema di elevazione che permette alla persona seduta di alzarsi senza sforzi. Tutto questo è possibile grazie ad un motore elettrico che consente di collocare la persona in posizione eretta senza troppa fatica. Questa tipologia di poltrone elettriche è particolarmente consigliata per gli anziani che possiedono gravi difficoltà nella deambulazione, perché permette di raggiungere una posizione eretta senza problemi. Inoltre, grazie al suo design, essa si può utilizzare anche come sedia da pranzo, visto che l’altezza è regolabile e tale da consentire di stare comodi durante i pasti. 

La poltrona reclinabile manuale invece è adatta per chi soffre di lievi disturbi fisici. Essa può essere posizionata in modi differenti, in quanto è dotata di una leva che deve essere azionata manualmente per consentire la fuoriuscita del poggiapiedi.  Altra tipologia dell’oggettistica relax è la poltrona massaggiante per favorire la circolazione sanguigna, grazie a dei meccanismi massaggianti o a vibrazione, per riprodurre un trattamento di un professionista del settore massaggi. Sono previste diverse tipologie di massaggio, da quello specifico per la regione lombare a quello pensato per la cervicale. Questa poltrona elettrica per anziani è ideale per chi conduce una vita troppo sedentaria e ha dei seri problemi di circolazione sanguigna e ha bisogno di stimolarla per evitare trombosi o altri problemi cardiocircolatori. 

Detrazioni e altri vantaggi di acquisto poltrone relax

Qualora le poltrone motorizzate siano destinate a persone anziane, con disabilità o problematiche di tipo motorio od obesità grave, tale acquisto potrebbe rientrare tra i Dispositivi Medici e quindi inseribile tra le spese sanitarie ammesse alla detrazione IRPEF del 19%, proprio come i farmaci e le visite mediche. La franchigia minima è di 129,11 Euro, al di sotto dei quali non si applica la detrazione. Non basta che sula fattura o sullo scontrino fiscale ci sia scritto a chiare lettere “dispositivo medico”, bensì deve risultare il soggetto che sostiene la spesa e la descrizione del dispositivo medico e aver acquistato una poltrona reclinabile per disabili con dicitura CE per attestarne la conformità. Si consiglia anche di possedere una autocertificazione o prescrizione medica. Chi acquista la poltrona per una persona con handicap certificato, c’è la possibilità di usufruire dell’IVA ridotta al 4%, a patto che la persona in questione si a titolare di Legge 104/92. Il beneficio spetta anche al familiare che sostiene la spesa, e che prende a carico la persona disabile. 

Share This